Ultimo aggiornamento: 01.06.20

 

I migliori mobili da giardino vanno spesso a braccetto con la ricerca di linee e forme anche inusuali, cercando di stupire a volte ma senza dimenticare la lezione fondamentale di un progetto: comodità e funzionalità sopra tutto.

 

1 – La modularità del marchio Vondom

Tre gli elementi che hanno stimolato e spinto il designer Ràmon Esteve a creare la linea Pixel. Una riorganizzazione creativa dello spazio esterno che si appoggia a questi tre moduli gestibili a piacere dall’utente, con lo stesso rivestimento a scelta dell’utente, che può divertirsi a giocare sui contrasti o ad assecondare una linea che punta tutto su una sola palette cromatica. 

 

 

2 – Un tavolo che non passa inosservato

È quello della collezione Rabbit, composto da due sedie dalla forma di coniglio e da una superficie d’appoggio che esalta e richiama la naturalità di una pianta e di un tronco d’albero. Due i rami che si protendono da questo albero in colore nero, esaltazione di certa modernità che gioca con la natura. Nella parte finale del ramo più alto, trova posto un ripiano circolare dal diametro di 70 cm. Altri punti per le sedie con questi conigli stilizzati, con le orecchie che funzionano da supporti e da appoggio per i graditi ospiti.

 

3 – Forme umane nelle sdraio di Barcelona design

Quasi un uomo su cui sdraiarsi. Questa l’idea alla base di un prodotto in cui la forma stessa della sedia a sdraio diventa un essere umano scomposto in legno. Realizzata con un legno pregiato come l’iroko, potrebbe far sorgere qualche dubbio in merito all’effettiva comodità, ma come impressione immediata crediamo raggiunga al meglio il suo obiettivo.

 

4 – Manutti e la sua versione di lettino outdoor

Appartenente alla collezione Kobo, questo lettino si struttura con una grande zona rettangolare in spessa corda a fare da bordo per l’inserimento di una zona lettino con schienale reclinabile. Molto bello il contrasto tra i toni di colore, con l’opportunità per l’utente di gestire anche la combinazione dei colori dei cuscini decorativi. La superficie di appoggio e la zona circostante contribuiscono a trasmettere una sensazione simile a un abbraccio, avendo poi a bordo piscina un complemento d’arredo che non passa inosservato.

 

5- La via diversa al barbecue secondo AK47

La forma circolare domina e ingloba tutta la struttura di questo barbecue, con una zona inferiore deputata alla raccolta e conservazione della legna e un braciere centrale che ricorda qualcosa di antico. Il modello porta un nome di peso, Ercole, con il cemento a circondare un fuoco e l’acciaio che si occupa di sostenere al meglio tutta la struttura. Un top di chiusura si occupa poi di chiudere la parte del fuoco, così da eliminare o coprire i vari residui della combustione.  

 

6 – La leggerezza del bambù illumina le notti estive

La proposta di Forestier segue la ricerca dei materiali con un prodotto in cui il verde e il beige del bambù la fanno da padroni. Questo materiale insieme alla gomma domina tutta la composizione, con il tono più scuro posizionato in alto e la parte più chiara nella zona bassa. Le diverse lamelle proiettano ombre sottili a parete, e con un lungo cavo ottima sia in sospensione sia per donare a una zona in esterno un’atmosfera soffusa che richiama il piacere e la rilassatezza di una stagione estiva. La lampadina poi è coperta da una struttura e un elemento impermeabile, che resiste agli schizzi.

 

7 – Riva 1920 e la scelta di un’amaca essenziale

Un omaggio a Venezia e a certe tipiche strutture nautiche come le briccole. Questa l’idea che è balenata a chi ha realizzato questa amaca. Due grandi elementi in legno che si guardano a distanza, sostenuti da un tessuto misto in juta, cotone e nylon. Nella parte bassa una forma dai colori acquatici in legno che evoca pozze d’acqua immaginarie e che sostengono la parte sospesa. Un’amaca che sa di approdo e di distese al sole, antica e perfetta per un contesto in cui il mare fa da sfondo, magari come orizzonte da cui affacciarsi comodamente in giardino.

 

8 – Forme floreali e modernità nei vasi a marchio Serralunga

Simili a boccioli allungati e protesi verso il cielo, i vasi Serralunga sembrano voler accogliere al loro interno gli steli di ninfee o un unico fiore che si perde in altezza. Sottili righe decorano l’esterno, con una resa finale che trova nel chiarore del bianco o nel moderno tono di nero che identifica questo prodotto.

 

9 – Rinfrescarsi con la caraffa Serax

Un pesce incastonato nel vetro, con le forme sinuose e una decorazione a sbalzo che non passa inosservata. Queste le dimensioni e lo stile del prodotto Serax. Una caraffa da collocare su un piccolo tavolino in giardino e che trasforma la zona relax in un punto di ristoro, attraversato dai riflessi del verde giada e solido nello spessore di un vetro fatto per durare nel tempo.

 

 

10 – Fioriere antigravità

Il brand Boske rinnova la sua collezione Sky, proponendo delle piccole fioriere rovesciate da collocare dentro e fuori casa. Un coperchio in ceramica si occupa di tenere bloccato il terriccio nella parte dello stelo della pianta mentre sul fondo, in zona radici un serbatoio d’acqua in gres mantiene umide le piante. 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments