Ultimo aggiornamento: 20.11.19

 

È la prima volta che andate in campeggio oppure no? In ogni caso, ecco una lista di oggetti che non possono mai mancare.

 

Quando giungono le vacanze tanto desiderate, la cosa migliore da fare è passare il tempo fuori casa, magari immersi nella natura. Diversi studi sottolineano l’importanza di rigenerare le proprie forze anche solo durante il weekend, quel tanto che basta per essere più efficienti nella vita di tutti i giorni.

Tra le opzioni più accreditate che consigliano gli esperti, c’è quella di organizzare un bel campeggio in compagnia o anche da soli. Ma per chi è nato e cresciuto nelle grandi città, preparare un’uscita fuori porta di questo genere può essere un vero disastro, proprio perché non si è abituati ad ambienti meno tecnologici, magari campestri o persino boschivi. 

Spesso e volentieri, le comodità della vita cittadina lì non esistono, quindi per tanti diventa difficile sostare anche solo per qualche ora. Ma per fortuna ci sono alcune accortezze e diversi consigli che possono servire a passare del tempo di qualità. 

Ecco allora che nei paragrafi successivi potrete leggere alcuni suggerimenti e una checklist di quello che proprio non può mancare nella borsa per il campeggio.

 

Il miglior campeggio

Prima di procedere all’acquisto di oggetti e strumenti, è meglio capire quale sia la destinazione. Soprattutto per chi è alle prime armi, il mare può essere la scelta migliore, perché potrebbero esserci meno problemi dati da insetti, clima e spazio. 

A tal proposito potreste optare per un weekend in villaggio, quindi rinunciando alla tenda, in favore di cabine e bungalow. Se invece odiate la sabbia e volete respirare un po’ di aria pulita, allora la montagna è quello che fa al caso vostro. 

Ciò nonostante, a prescindere dal tipo di campeggio che scegliete, considerate i seguenti parametri: la presenza di servizi igienici e di piazzole di sosta abbastanza larghe e non su terreni scoscesi, ma anche la comodità dell’accesso al mare o a escursioni sicure in montagna.

 

 

Quale tenda scegliere

Una volta scelto il campeggio che vi ospiterà, è giunto il momento di preparare le valigie.  Prima di tutto è importante scegliere una buona tenda che risponda a caratteristiche tecniche precise e che sia, quindi, leggera, compatta e facile da montare. 

Questo è uno dei momenti più difficili, perché in commercio ne esistono svariate decine di modelli. Il consiglio che vogliamo darvi è quello di cercare tende da campeggio che siano progettate con materiali impermeabili e durevoli nel tempo, quindi resistenti all’azione degli agenti atmosferici. 

Potrebbe esservi d’aiuto andare in negozi specializzati e toccare con mano i vari modelli, quindi chiedere ai commessi ciò che può fare al caso vostro.

 

Primo soccorso

A prescindere dal campeggio e dalle scelte che prendete, la sicurezza deve sempre essere messa al primo posto. Ecco perché è importante munirsi di un kit di primo soccorso o, se non ne avete trovato nessuno, valutare di prepararne uno da soli. 

Per farlo non avrete bisogno di chissà quali strumenti particolari, perché vi servirà solamente scegliere un contenitore adatto e resistente e poi aggiungerci medicinali e altri oggetti. Vi consigliamo di procurarvi materiali sia per curare ferite, sia per eventuali ustioni, quindi cerotti, garze e pomate. 

È buona norma radunare anche i farmaci essenziali, come antistaminici, creme antibiotiche o antidolorifici acquistabili senza prescrizione medica. Includete anche alcuni strumenti come pinze, tagliaunghie, fiammiferi e guanti sterili, da utilizzare tanto in casi estremi quanto in momenti più ordinari. 

 

La sopravvivenza

Se siete i classici viaggiatori da zaino in spalla, non è conveniente e nemmeno pratico portarvi dietro quantità spropositate di strumenti. Piuttosto fate una cernita dello stretto necessario da usare non solo per la sicurezza e il primo soccorso, ma anche per la sopravvivenza. 

Per esempio, acquistando il coltellino svizzero (ecco i migliori modelli) più venduto in un qualsiasi negozio specializzato, sarete sicuri di avere a portata di mano uno strumento multiuso per qualsiasi occasione. Questi sono infatti dotati di lame pieghevoli, lente d’ingrandimento, luce a LED, ma anche posate in plastica necessarie alla sopravvivenza. 

Valutate di portarvi almeno una borraccia, ma anche qualche alimento con cui poter ingannare il tempo e non morire di fame. Infatti, non è sempre facile trovare campeggi vicini a supermercati o negozi che forniscono prodotti alimentari. 

 

E per dormire e per l’igiene personale?

Quando si organizza un’uscita fuori porta per più giorni, anche se si è presi dal divertimento, arriva sempre quel momento della notte in cui c’è bisogno di riposarsi. A tal proposito, l’opzione più conveniente è quella di acquistare sia un materassino gonfiabile, che non occupa molto spazio nello zaino, sia un sacco a pelo per dormire comodi e non morire di freddo durante le ore notturne.

In commercio esistono numerose opportunità, partendo da quelli adatti solo per l’inverno arrivando a quelli che possono essere sfruttati per tutte e quattro le stagioni. Ci sono anche quelli dotati di cuscini gonfiabili oppure i materassini e sacchi a pelo che consentono un migliore isolamento termico. 

Insomma, oggi è possibile avere una scelta ampia adatta a tutte le esigenze e con cui migliorare la propria esperienza di campeggio. Un altro aspetto imprescindibile è l’igiene personale, e a tal proposito nei negozi all’ingrosso e in quelli più specializzati per articoli sportivi, è possibile acquistare kit preparati ad hoc per il campeggio.

Spesso dispongono di boccettine da 250ml per il sapone, bagnoschiuma, shampoo, ma anche di spazzolini e tubetti di dentifricio di piccole dimensioni.

 

 

Cosa fare in campeggio?

Se avete organizzato tutto e siete già partiti, è arrivato il momento di decidere come passare il tempo libero che vi siete concessi. Le avventure inaspettate sono spesso e volentieri quelle che lasciano di più il segno, ma è chiaro che un po’ di programmazione non ha mai rovinato nulla.

Potreste passare una serata a guardare un bel film sotto le stelle, portando con voi il cellulare o un tablet da ricaricare sfruttando il power bank. Ma perché rinunciare anche a un po’ di avventura all’aperto? Ecco che è interessante partecipare a gite organizzate con le guide turistiche, da fare rigorosamente in gruppo e mai da soli, per evitare di ritrovarvi in spiacevoli e pericolose situazioni.