Ultimo aggiornamento: 15.04.21

 

La Spezia è nota per il golfo che prende il nome dai tanti artisti che hanno scelto questa meta e si sono lasciati ispirare nella propria produzione

 

Il Golfo dei Poeti è il nome che ha conquistato il tratto di mare di fronte La Spezia per via del panorama di speciale bellezza che lo caratterizza. Si tratta di una delle località preferite dai visitatori di tutta Europa che nel corso dei secoli hanno scelto questa meta per le loro vacanze o per vivere. Col passare del tempo, il posto non ha perso il suo innato splendore, esercitando un fascino speciale sui visitatori che scelgono di trascorrere qui il proprio tempo di riposo e rigenerazione.

Quasi ai confini con la Toscana, il golfo si estende nella punta più orientale della Liguria, estendendosi con la sua speciale conformazione tra il promontorio del Caprione e la penisola di Portovenere. La speciale forma e il tipo di esposizione rende questo luogo uno tra i più protetti della zona. Non tutti i venti battono il litorale, per via della presenza dei rilievi montuosi che ne proteggono il versante ovest, contribuendo a creare condizioni ambientali uniche e irripetibili altrove.

 

Le spiagge di La Spezia

Nel territorio spezzino si susseguono una dopo l’altra le spiagge di particolare interesse turistico e si può godere di un’esperienza unica percorrendole tutte. I luoghi nei dintorni vantano una speciale bellezza grazie all’indomito fascino della costa frastagliata, non sempre balneabile. Cale e anfratti ad accesso libero o attrezzato si alternano e in base alla stagione sono più o meno invase di turisti. 

Chi vuole raggiungere luoghi dalla bellezza incontaminata e poco battuti dal turismo di massa deve essere disposto a percorrere lunghi tratti a piedi o con un mezzo via mare. Tante sono le mete godibili in famiglia, dotati di comoda borsa frigo si possono trascorrere piacevoli giornate godendosi il mare cristallino e le insenature tra le rocce.

 

Portovenere

A Portovenere le spiagge sono parte del Parco naturale e rappresentano una meta di grande interesse naturalistico. Il promontorio sovrasta questa località a ovest di La Spezia, e a largo si trova l’arcipelago visitabile dopo un breve braccio di mare. Insieme a Tino e Tinetto, l’isola Palmaria ha spiagge quasi tutte inaccessibili, solo poche possono essere raggiunte per fare il bagno. Tra queste, ci sono la spiaggia del Pozzale e la spiaggia del Terrizzo che si raggiungono da Portovenere in vaporetto. D’altra parte, si può visitare l’isola facendo trekking sui sentieri che l’attraversano, tutti di particolare interesse naturalistico.

Le scogliere maestose fanno da elemento distintivo di questa località che per questo non è sempre accessibile a chi punta a un turismo fatto di sole e mare. Ma la visione della natura maestosa e imponente ha saputo ispirare i tanti artisti e poeti che hanno scelto queste mete per le loro vacanze o i soggiorni più prolungati.

Il paesino si presenta perfettamente in armonia con lo stile ligure. Borgo marinaro di piccole dimensioni e quasi tutto affacciato sulla costa prospiciente il mare, vanta il tipico dedalo di caruggi interno che la rende una meta particolarmente ambita dai turisti a caccia di particolarità del posto.

Lerici

Meta estiva prediletta dagli stessi spezzini, Lerici ha spiagge prese d’assalto nei mesi più caldi. Merita una visita anche nelle mezze stagioni per godere appieno della bellezza del posto ma senza il chiasso dei bagnanti. Qui si trovano le spiagge più pulite, insignite della Bandiera Blu, come quella del Lido di Lerici uno stabilimento attrezzato e adatto a ospitare le famiglie con tutti i comfort.  

La spiaggia libera di Lerici riserva comunque qualche bella sorpresa. Il mare pulito e il paesaggio pittoresco fanno da sfondo a una piacevole giornata all’aperto a prendere il sole e godersi il bagno rilassante.

Altra meta marittima è a poca distanza da qui. Tellaro ha spiagge piacevoli, facilmente raggiungibili e per questo meta di tanti villeggianti che le affollano nei mesi più caldi. Vale la pena fare un bagno da queste parti e godersi il mare pulito e un tranquillo fine settimana all’insegna del tipico intrattenimento da località marina.

 

Sport all’aperto

Le località del Golfo di La Spezia si prestano bene alla pratica di sport di diversa natura. Non solo trekking nei piacevoli sentieri immersi nella macchia mediterranea. Qui sono diverse le associazioni che propongono attività mirate di diversa natura.

Tra i più apprezzati di certo i circoli subacquei che permettono di organizzare perlustrazioni dei fondali. I giochi di luce e la particolare pulizia del luogo rende interessante l’immersione alla scoperta della fauna marina locale e delle piacevoli formazioni rocciose sommerse. Una delle località preferite dai sub è certamente la grotta del Tinetto, nell’arcipelago prospiciente Portovenere. Qui da due ingressi la luce filtra in maniera surreale creando un gioco tra i più belli da osservare nel mondo sottomarino.

I costoni a strapiombo sul mare sono perfetti per le attività d’arrampicata. Prima di raggiungere il paese di Le Grazie è possibile trovare una bella parete per fare pratica in base al proprio livello di allenamento. Non è lì per caso, si tratta del lascito della Marina militare che ha la propria base qui dagli anni ’70. Il corpo degli incursori ha attrezzato la parete con i rampini per l’arrampicata del costone di roccia calcarea.

Non solo climbing, nelle zone in prossimità del golfo è possibile praticare anche altri sporti tipici in outdoor. Il territorio può essere facilmente esplorato in bici con percorsi adatti a chi pratica biking sportivo o chi preferisce il passo lento delle due ruote per percorrere il litorale godendo al massimo delle bellezze del paesaggio.

 

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments