Ultimo aggiornamento: 10.07.20

 

L’isola a nord della Sardegna offre spiagge nella natura incontaminata bagnate dall’acqua cristallina ed è uno dei posti più belli per le vostre vacanze estive.

 

Quando si pensa alla Sardegna la prima cosa che vengono in mente sono le spiagge e il mare. Un luogo preso d’assalto durante l’estate, l’isola sarda attrae turisti provenienti da tutto il mondo grazie ai suoi paesaggi naturali, l’ottima gastronomia e le splendide spiagge incontaminate. Nel nord della Sardegna si trova l’arcipelago de La Maddalena, composto dall’omonima isola e da quelle di Spargi e Caprera. L’isola Maddalena, selvaggia e allo stesso tempo accogliente, è un vero e proprio gioiello a soli venti minuti di traghetto dalla città di Palau. 

Appena arrivati si viene accolti dalla vivacità del porto, dove turisti e maddalenini si rilassano nei bar e nei ristoranti. Dietro il porto si trova il grazioso centro cittadino pieno di negozi, boutique e una piazza dedicata a Garibaldi. La sua figura è molto importante per la Maddalena, in quanto collegata all’isola di Caprera, luogo di esilio del generale dell’armata dei Mille.

Noleggiando un veicolo a quattro o due ruote è possibile raggiungere le varie spiagge della Maddalena dal centro cittadino in pochissimi minuti. Durante il viaggio all’interno dell’isola è possibile ammirare il panorama ‘lunare’ composto da massi e colline, mentre prendendo alcune strade panoramiche si potranno osservare viste mozzafiato sull’isola e sul mare che la circonda.

Le spiagge della Maddalena sono libere e solo alcune dispongono di un piccolo stabilimento con ombrelloni. La loro bellezza selvaggia è ciò che le rende uniche, sebbene per poter stare comodi è bene attrezzarsi con la migliore tenda da spiaggia o con un ombrellone. Vediamo qui di seguito quali sono le spiagge più belle e visitate della Maddalena e della vicina isola di Caprera raggiungibile facilmente attraverso un ponte di recente costruzione.

 

Spiaggia Testa del Polpo

Arrivare in questa spiaggia può mettere a dura prova le sospensioni e le ruote del vostro mezzo di trasporto, in quanto la strada per raggiungerla è cosparsa di sassi e buche. Il nostro consiglio è quello di parcheggiare il prima possibile e di percorrere il sentiero a piedi. La spiaggia Testa del Polpo (in sardo Capocchia du Purpu) è caratterizzata da un masso che se osservato da lontano può sembrare proprio la testa di un polipo. La sabbia sottile si unisce all’acqua cristallina, formando una piscina naturale dove nuotare sarà una vera e propria meraviglia. Se volete un po’ di intimità e tranquillità lontani da bambini e famiglie, potete anche fermarvi prima di arrivare alla roccia e prendere posto in una delle piccole spiagge che lo circondano.

Spiaggia dei Monti dell’Arena

Il paesaggio spettacolare di questa spiaggia basta da solo a renderla una delle più belle dell’isola. Ampia e caratterizzata dalla sabbia fine, si distingue per la sua duna naturale sulla quale è possibile stendersi comodamente a prendere il sole. I bambini si divertiranno un mondo a rotolare giù e a giocare, mentre i più grandi possono trovare un comodo appoggio sulle rocce per leggere un bel libro. Le rocce offrono anche un buon riparo dal vento, nel caso sia una giornata particolarmente burrascosa. Trattandosi di una spiaggia libera dovrete portare il vostro ombrellone o la tenda da spiaggia. Per fissarli correttamente vi consigliamo di usare le pietre che troverete in spiaggia, un sistema molto comodo usato da tutti i turisti e dai maddalenini.

 

Spiaggia del Relitto

Situata a Caprera e caratterizzata da un suggestivo relitto semisommerso, questa spiaggia è una delle più visitate dell’arcipelago. Arrivarci però può trasformarsi in un vero e proprio incubo, specialmente nel fine settimana quando viene letteralmente presa d’assalto. Può capitare infatti che ci sia così tanta affluenza da costringere le forze di sicurezza a limitarne l’accesso. Per raggiungerla bisogna affrontare una piccola stradina a senso unico sprovvista di guard rail, dove spesso ci si vede costretti a fare marcia indietro per far passare gli altri automobilisti nel senso opposto. Il nostro consiglio è quello di evitarla categoricamente nei week end, oppure svegliarsi all’alba per poterla raggiungere senza troppe complicazioni.

 

Cala Coticcio

Anche questa spiaggia si trova nella selvaggia isola di Caprera. Un luogo di rara bellezza che si distingue dagli altri dell’arcipelago per il suo fascino esotico. Sarebbe tra i primi posti, se non fosse che per raggiungerla bisogna camminare mezz’ora su un sentiero non proprio tra i più ‘gentili’ per chi è fuori allenamento. Per visitarla vi consigliamo di portare con voi tutto il necessario per passarci l’intera giornata, oltre a una buona scorta d’acqua da consumare durante il sentiero sia all’andata sia al ritorno. L’estate il caldo può essere un nemico anche se siete allenati.

Cala dello Spalmatore

Una spiaggia adatta per il relax in quanto una delle poche dotate di un piccolo stabilimento. Non è la più bella dell’isola, ma è molto comoda in quanto si trova in una posizione facile da raggiungere dal centro della cittadina. Un luogo ideale per concludere la vostra giornata o per sdraiarvi in tutta comodità su un comodo lettino. Nulla vieta di allestire la vostra tenda o fissare l’ombrellone vicino alla riva. Le rocce vicine ospitano molti pesci, rendendo la spiaggia particolarmente ideale per lo snorkeling.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments