Ultimo aggiornamento: 01.12.21

 

I sistemi di localizzazione GPS integrati nei dispositivi mobili permettono di determinare la posizione geografica di una persona in tempo reale e con un’ottima precisione. Ecco le migliori app di geolocalizzazione attualmente disponibili per smartphone Android.

 

Al di là degli innumerevoli discorsi relativi al rapporto tra tecnologia e privacy, bisogna anche ammettere come molti strumenti moderni si rivelino particolarmente utili in determinate circostanze.

È il caso della localizzazione GPS che, attraverso l’uso di sensori e satelliti, permette di conoscere in tempo reale gli spostamenti degli account collegati, visualizzando le informazioni direttamente sullo smartphone tramite un’app dedicata.

Inoltre, grazie ai sistemi di localizzazione integrati nei dispositivi mobili è possibile conoscere la posizione geografica di bambini e anziani in modo da poter intervenire in caso di necessità, offrendo anche diverse soluzioni che mostrano come rintracciare un telefono smarrito o rubato.

Qui di seguito abbiamo selezionato alcune delle migliori app di geolocalizzazione per Android, scaricabili gratuitamente sul proprio device. Prima di iniziare, però, ci preme sottolineare che tracciare la posizione GPS del dispositivo mobile di un’altra persona a sua insaputa è una grave violazione della privacy e, in alcuni casi, può addirittura costituire reato.

Pertanto, vi invitiamo a utilizzare le informazioni riportate in questo articolo con criterio e buon senso, chiedendo sempre il consenso dell’interessato prima di usare queste app per sapere dove si trova una persona.

1. Google Maps

Tra le app più utilizzate per localizzare un cellulare c’è sicuramente Google Maps, il celebre WebGIS sviluppato da Google per la visualizzazione delle mappe online e la navigazione stradale, scaricabile gratuitamente sui dispositivi Android e iOS.

Oltre a consentire di mantenere la giusta rotta durante la navigazione, l’applicazione offre anche un servizio gratuito che permette di condividere la propria posizione e visualizzare quella degli altri.

Per utilizzare la geolocalizzazione di Google e ottenere coordinate GPS, dopo aver installato l’app sul proprio device ed effettuato l’accesso con l’account Google, basta cliccare sulla propria foto, in alto a destra, e selezionare dal menù la voce “Condivisione della posizione” e premere il pulsante “Condividi posizione”.

Fatto questo, si può scegliere per quanto tempo condividere la posizione premendo i pulsanti + e – (da un minimo di cinque minuti a un massimo di tre giorni), e selezionare i contatti che possono visualizzare i propri spostamenti in tempo reale sulla mappa.

Per sapere, invece, come localizzare una persona con la quale avete condiviso la vostra posizione, basta cliccare sul nome del contatto e premere sul pulsante “Richiedi” per inviare la richiesta di condivisione.

 

2. Life 360

Disponibile per Android e iOS, l’app Life 360 utilizza la geolocalizzazione GPS più moderna per conoscere la posizione di una persona o un gruppo di persone in tempo reale, sapere quando arrivano a destinazione e chattare con loro.

Inoltre, localizza il cellulare in caso di smarrimento o furto e dispone di un pulsante di emergenza virtuale “panico” che invia un messaggio con la posizione del dispositivo ai membri della propria cerchia in caso di pericolo o problemi, un servizio che si rivela utile anche quando ci si avventura nella natura e non si dispone di un GPS da trekking o portatile.

 

3. Facebook

Forse non tutti lo sanno ma, tra le tante funzionalità offerte da Facebook, ce n’è una che permette di condividere la propria posizione e conoscere quella degli altri.

Per usare la funzione “Amici nelle vicinanze” bisogna innanzitutto attivare la geolocalizzazione sul proprio dispositivo, accedere alle impostazioni di Facebook e selezionare le voci Autorizzazioni e Posizione. A questo punto basta spostare la relativa levetta da OFF a ON e il gioco è fatto!

Parlando di Facebook e social network, se volete migliorare il vostro profilo e ottenere più visibilità date un’occhiata a questa pagina per scoprire come creare un’ottima strategia di Social Marketing.

 

4. Whatsapp

Similmente a Facebook, anche l’app di messaggistica istantanea Whatsapp include una funzione che permette di attivare il sistema di localizzazione per condividere la propria posizione in tempo reale con uno o più contatti.

Per inviare la posizione con Whatsapp basta premere sull’icona a forma di graffetta che si trova in basso a destra nella schermata della conversazione e selezionare l’icona “Posizione” dal menù che viene aperto.

A questo punto si può scegliere tra le voci “Posizione attuale” per condividere il luogo esatto in cui ci si trova e “Posizione in tempo reale” per permettere al contatto in questione di visualizzare gli spostamenti del dispositivo in tempo reale, scegliendo anche per quanto tempo si vuole condividere la posizione (15 minuti, 1 ora e 8 ore).

 

5. Qustodio

Se state cercando un’applicazione che offra sia il parental control sia una funzione su come localizzare un cellulare, vi suggeriamo di scaricare l’app Qustodio.

Con un’unica soluzione potrete filtrare o bloccare i contenuti web, controllare gli SMS e le chiamate effettuate dai vostri figli per aiutarli a sviluppare un rapporto sano con la tecnologia e visualizzare il punto esatto in cui si trova il cellulare del minore che si vuole controllare.

Nella versione gratuita è possibile monitorare una sola persona, mentre attivando l’abbonamento Premium si potranno tracciare più dispositivi e usufruire di un maggior numero di funzionalità.

6. Dov’è

Se, invece, siete alla ricerca di un’app di localizzazione per Iphone potete utilizzare Dov’è, l’applicazione di Apple che permette di localizzare sia i propri dispositivi sia quelli di amici e parenti.

Lanciata nel 2019, implementa il vecchio servizio Trova il mio iPhone fornito da Apple Inc. che permette di monitorare la posizione remota di dispositivi iOS, Apple Watch, Mac e AirPods, offrendo molte funzionalità aggiuntive che possono tornare utili in diverse circostanze.

Per esempio, se si attiva la funzione “In famiglia”, tutti i dispositivi del proprio nucleo familiare verranno aggiunti in modo automatico nell’elenco della sezione “Dispositivi” per localizzare il cellulare di ognuno e vedere dove si trova in quel preciso momento.

Un’altra novità molto interessante dell’app Dov’è è la possibilità di rintracciare il telefono o l’iPad anche se è offline, sfruttando i dispositivi Bluetooth nelle vicinanze.

Bene, ora che sapete come localizzare un cellulare e condividere la vostra posizione in tempo reale vi invitiamo nuovamente a fare buon uso di queste app gratuite per la geolocalizzazione di telefoni e persone, senza ledere la privacy altrui.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI