Ultimo aggiornamento: 28.09.22

 

Coltelli da sopravvivenza – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Per sfizio o per necessità, pensare all’acquisto di un coltello da sopravvivenza vuol dire scegliere un oggetto vincente, soprattutto perché prodotti simili possono essere dotati di altri accessori, utili per tanti problemi. Come trovare quello più indicato per le nostre necessità? Abbiamo creato una guida per aiutarvi a individuare quello giusto per voi. Se non avete il tempo di leggerla, ecco qui quali prodotti abbiamo preferito: Morpilot Coltello da Caccia e Torcia LED Potente IPX4 mette a disposizione funzioni come il taglierino e l’apribottiglie e include una torcia LED a cinque modalità e con corpo in alluminio IPX4. Bergkvist K9 Coltello Pieghevole per Esterni e da Sopravvivenza ha un corpo in acciaio inox e alluminio e una solida lama, che assicura una lunga durata. Sono presenti accessori molto utili, come una pietra per affilare e quindi per far durare di più il prodotto.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori coltelli da sopravvivenza – Classifica 2022

 

Abbiamo fatto una comparazione delle offerte presenti sul web, per individuare i migliori coltelli da sopravvivenza del 2021. Date uno sguardo alle loro caratteristiche e consultate i link per comprare a prezzi bassi, se non sapete dove acquistare. 

 

1. Morpilot Coltello da Caccia e Torcia LED Potente IPX4 

 

Se per voi il miglior coltello da sopravvivenza è quello multifunzione, che non faccia mancare nulla di utile in condizioni avverse, date un’occhiata a quello di Morpilot, tra i più venduti del web. Si tratta in realtà di un kit che include una torcia LED a cinque modalità, ovvero alta, media e bassa luminosità, stroboscopio e SOS.

Questo elemento piace molto anche perché è IPX4, quindi è impermeabile e antigoccia, e funziona grazie a tre batterie, che però non sono incluse nella confezione. Realizzata in alluminio di alta qualità, funziona bene e risulta un buon investimento.

Il coltello è invece multifunzione, quindi è un valido apribottiglie, taglierino e coltello da caccia. Nella confezione è incluso anche un manuale di istruzioni, ma attenzione alla sicura che sembra bloccarsi quando non deve.

 

Pro

Multifunzione: Questo modello è un valido apribottiglie, taglierino e coltello da caccia, quindi può essere utile in diverse occasioni.

Torcia: Dotata di luce LED in cinque modalità, ha un corpo in alluminio ed è IPX4, quindi resiste all’acqua ed è impermeabile.

Manuale di istruzioni: Avrete un aiuto in più grazie a questo oggetto, incluso nella confezione, che chiarirà ogni dubbio su coltellino e torcia.

 

Contro

Sicura: In alcuni casi si blocca quando non deve, per cui potrebbe creare problemi se volete gestirlo meglio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Bergkvist K9 Coltello Pieghevole per Esterni e da Sopravvivenza 

 

Se non sapete come scegliere un buon coltello da sopravvivenza tra quelli venduti online, date un’occhiata a quello di Bergkvist, il modello K9, che è il classico anche da lavoro e da caccia. Si tratta di un prodotto privo di plastica, infatti il manico è in alluminio e acciaio.

La lama è invece interamente in acciaio inox di tipo 7c17mov, quindi ideale per tutte le occasioni e per una lunga durata in ogni evenienza. Dotato di una sicura per il pollice, garantisce di non ferirvi, ma grazie alla pietra per affilare, inclusa nella confezione, potrete tenere la lama sempre viva.

Potrete anche tenerlo alla cintura, dato che è presente un astuccio apposito. Arriva in una confezione molto elegante, che può essere usata per fare un buon regalo senza ulteriori spese. Il prodotto non è però il più economico, per cui dovrete avere a disposizione un buon budget.

 

Pro

Materiali solidi: Non solo il manico è in misto acciaio e alluminio, ma la lama è in acciaio inox, resistente al tempo e all’uso.

Accessori: Nella confezione troverete una pietra per affilare e un astuccio per tenere il coltello alla cintura.

Confezione: Elegante come il prodotto, consente di farne subito un regalo, senza dover comprare una scatola.

 

Contro

Costo: Il coltello nuovo ha un prezzo di vendita abbastanza alto rispetto ad altri modelli, per cui potreste avere difficoltà ad acquistarlo se non avete un buon budget a disposizione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Honzin Coltello Pieghevole 5-in-1 Coltello Sopravvivenza Multiuso 

 

Avete ascoltato i nostri pareri ma non sapete ancora quale coltello da sopravvivenza comprare? Quello di Honzin vince per il buon prezzo rapportato alle sue caratteristiche, che ne fanno uno dei favoriti dagli utenti del web.

Un modello cinque in uno, visto che è un valido coltello pieghevole, tagliafune, ma è anche dotato di un accessorio per rompere il vetro, di una clip per appenderlo alla cintura e di un anello per posizionarlo dove necessario.

Il suo speciale design consente di aprirlo con il solo pollice e il blocco di sicurezza ferma la lama, in modo da evitare incidenti. Il colore è nero, molto elegante, e il materiale in cui è realizzato è l’acciaio inox, per cui può essere utilizzato a lungo, senza rovinarsi.

Una piccola spesa per un buon investimento, anche se, dopo qualche impiego, la lama inizia a perdere la sua affilatura.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Questo coltello è venduto a un costo molto interessante ma non pecca di validità, anche perché è un modello cinque in uno.

Funzionale: Non è solo un coltello da sopravvivenza, ma anche un valido tagliafune, rompivetro ed è dotato di anello e clip per appenderlo alla cintura o dove si vuole.

Sicuro: Quando lo si apre, con il pollice, la lama si ferma in una posizione, in modo da non causare incidenti.

 

Contro

Lama: Dopo qualche utilizzo diventa meno affilata, per cui potreste doverla sistemare se usate spesso il coltellino.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Bergkvist K29 Tiger Coltello Pieghevole Tascabile 3 in 1 

 

Il coltellino da sopravvivenza di Bergkvist qui è nella versione K29, ovvero una molto raffinata, visto che è dotata di un manico in legno d’ebano, di alta qualità e dal bel design tigrato. Ideale quindi anche per un regalo, dedicato a chi ama oggetti simili, può contare su una lama in acciaio inossidabile di tipo 7c17mov, tra i più resistenti.

Sul manico del coltello sono presenti un elemento rompivetro e uno per legarlo alla cintura. Si tratta di un prodotto valido come elemento per la caccia, la pesca e il lavoro professionale, quindi è un oggetto molto versatile.

Nella confezione sono incluse anche una clip per cintura e una pietra per affilare la lama, un oggetto molto apprezzato da chi la considera poco tagliente all’apertura del pacchetto. Il costo non è basso ma tiene conto proprio delle caratteristiche del prodotto. 

 

Pro

Raffinato: Questo coltello ha dalla sua anche la linea molto elegante, visto che il manico è in pregiato legno d’ebano.

Materiale: La lama è realizzata in acciaio inossidabile di tipo 7c17mov, è molto resistente, per cui può essere usata per diversi scopi.

Accessori: Troverete anche una clip per agganciare il coltello alla cintura e una pietra per affilare la lama.

 

Contro

Lama: Non è molto affilata all’apertura del pacco, per cui dovrete provvedere a sistemarla prima di usare il coltello.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Jellas Coltello Pieghevole 9Cr18 Portatile di Sopravvivenza per Caccia

 

Il coltello di Jellas è pieghevole e misura 205 mm in lunghezza, quindi ha le dimensioni giuste per essere portato ovunque con sé. I materiali con i quali è realizzato sono molto resistenti: la lama è in acciaio inossidabile di tipo 9Cr18, mentre il resto è in titanio anticorrosivo, per cui potrete utilizzarlo a lungo senza rischiare di vedere la ruggine.

Nella parte posteriore è presente un elemento per rompere i vetri, oltre al gancio per appenderlo alla cintura e averlo sempre a portata di mano. Il suo design consente di aprire la lama con entrambe le mani e il sistema di sicurezza impedisce alla lama di richiudersi causando incidenti.

Il difetto sta nella struttura, non troppo ferma, per cui può accadere che la lama si muova all’interno del coltello. Il prodotto è venduto a un prezzo molto interessante in rapporto alle sue caratteristiche.

 

Pro

Materiali: Non troviamo solo acciaio inossidabile, ma anche carbonio, che rende lama e struttura ancora più resistenti all’uso, anche a contatto con l’acqua.

Funzioni: Non è solo un valido coltello da caccia e sopravvivenza, ma anche un buon rompivetro, visto che sul retro è presente questo elemento.

Apertura: Può essere effettuata con entrambe le mani e inoltre il sistema di sicurezza blocca la lama.

 

Contro

Struttura: In alcuni casi è un po’ traballante, per cui la lama potrebbe muoversi e non consentire tagli molto fermi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Yimidon Coltello Portatile Lama in Acciaio Inossidabile Maniglia Alluminio 

 

Un coltello versatile quello di Yimidon, che può essere usato per tanti scopi, visto che contiene un cacciavite nel manico e un elemento utile a rompere i vetri in caso di emergenza. Non manca un apribottiglie, ideale per il campeggio, ma ciò che colpisce è soprattutto il materiale nel quale il prodotto è realizzato.

Si tratta infatti dell’acciaio 7Cr17, valido non solo per la sua durezza ma anche perché è anticorrosione. Il manico è ergonomico e ha un elemento che si trasforma in una clip, per tenerlo allo zaino o alla cintura.

Grazie al suo design può essere usato tanto dai destrorsi, tanto dai mancini, quindi può essere un regalo adatto per tutti. Nel prezzo è incluso anche un fodero, ma questo coltello non è da consigliare a chi si aspetta un prodotto per un uso professionale. 

 

Pro

Funzioni: Non è valido solo come coltello da caccia ma contiene un elemento per rompere i vetri e un cacciavite nel manico.

Acciaio: Quello usato per realizzarlo è il 7Cr17, che ha una durezza superiore agli altri ed è quindi più resistente.

Design: Ha un manico ergonomico e può essere facilmente gestito con entrambe le mani.

 

Contro

Non professionale: Se vi aspettate prestazioni di questo tipo, potreste rimanerne delusi, per cui non puntate su questo modello.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Gvdv 30 CM Coltello a Lama Fissa con Fodero 

 

Il vostro mito è Mr.Crocodile Dundee, che avete visto milioni di volte usare un classico coltello da sopravvivenza, ovvero quello che non si richiude, a lama fissa? Il modello di Gvdv allora è quello che fa per voi: con la sua impugnatura rinforzata e antiscivolo, è dotato di un cordino con il quale potrete tenerlo ancorato al polso, mentre fate le vostre escursioni.

Grazie al fodero in nylon, con chiusura a strappo, potrà essere fissato anche sulla vostra cintura. Lungo in totale 300 mm, ha la lama spessa 4,8 mm, per cui è indicato anche per il camping o per tutte le attività outdoor.

Un coltello molto apprezzato nonostante il suo costo non sia dei più bassi, proprio per le sue proprietà e per la validità di una buona lama.

 

Pro

Modello classico: Questo prodotto è il coltello da sopravvivenza reso famoso dai film d’avventura, perché non si richiude.

Accessori: Grazie al fodero potrete tenerlo alla cintura, mentre il cordino permette di appenderlo al polso.

Impugnatura: Rinforzata e antiscivolo, è ideale per tutti coloro che vogliono usare il coltello anche sotto la pioggia.

 

Contro

Costo: Non è un prodotto tra i meno cari del web, ma grazie alle sue caratteristiche è allo stesso modo molto apprezzato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Cds Survival Explorer Coltello da Campeggio Sopravvivenza Bushcraft Outdoor 

 

Concludiamo il nostro viaggio nel mondo dei coltelli con quello di Cds Survival, un modello curato nei minimi dettagli e pensato anche per fare un regalo di pregio a un amante di oggetti del genere.

Lungo 310 mm, ha una lama fissa di spessore pari a 5 mm e realizzato in acciaio inox MOVA-58, tra i più validi in commercio. Il manico molto resistente, assicura una buona impugnatura, e il fodero in pelle non solo permette di tenerlo alla cintura, ma conferisce grande pregio a questo oggetto.

Fatto a mano in Spagna, ha un costo abbastanza alto, che risente della grande qualità del coltello, che è anche abbastanza pesante, per cui tenete conto di questo aspetto prima di acquistarlo.

 

Pro

Dettagli: Questo coltello piace per il suo manico di pregio, la lama in acciaio MOVA-58 e il fodero in pelle, che ne fanno un regalo di prima classe.

Manico: Dalla buona impugnatura, è un punto di forza di un prodotto che ha dalla sua un design molto raffinato.

 

Contro

Costo: Il prezzo di vendita è molto alto, per cui è necessario avere a disposizione un buon budget.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon coltello da sopravvivenza

 

Avete diversi coltelli ma tra questi non ne possedete uno abbastanza adatto per cimentarvi in avventure estreme in stile Indiana Jones? Allora fareste bene a procurarvi una buona lama da sopravvivenza.

Se volete addentrarvi in viaggi avventurosi o in escursioni esplorative tra boschi e luoghi sconosciuti, come avviene in molti documentari survival americani, un lama adeguata potrebbe tornarvi molto utile per riuscire ad adattarvi alla natura selvaggia.   

In questa guida troverete dei suggerimenti preziosi per orientare meglio i vostri acquisti, al fine di optare per il coltello da sopravvivenza più adatto a soddisfare le vostre esigenze.

Tipologia di coltello

Un buon coltello da sopravvivenza può essere impiegato in diversi modi, infatti questo oggetto risulta molto utile a chi pratica escursionismo, trekking, camping e a chi ama addentrarsi in mezzo ai pericoli della natura selvaggia.

Prima di acquistare una lama del genere però, è necessario conoscere il tipo di utilizzo che se ne deve fare, in quanto sul mercato è presente una vasta gamma di modelli, a partire da quelli più semplici ed economici, fino ad arrivare ai modelli più professionali e accessoriati.

Alcuni coltelli survival infatti, sono estremamente versatili e si prestano a molteplici usi, come per esempio il trattamento di un animale selvatico abbattuto oppure il taglio di arbusti e di molti altri materiali.

In pratica si tratta di accessori indispensabili, specialmente se vi trovate in ambienti ostili ed è proprio per tale motivo che le aziende di produzione offrono un’ampia scelta di modelli, spesso accompagnati da kit di sopravvivenza, integrati nei coltelli stessi.

Per ciò che concerne il tipo di lama, potete sceglierne una fissa o a serramanico, ovvero pieghevole. In questo caso optare per uno o per l’altro coltello, è una questione puramente soggettiva. Per esempio, i cacciatori di solito prediligono le lame fisse, in quanto le ritengono più adatte per eseguire le operazioni di pulizia sulla preda abbattuta. 

Inoltre le lame fisse sono più semplici da pulire, in quanto prive di parti meccaniche.

I modelli a serramanico invece, sono più adatti a chi ama la praticità. Anche se questi risultano meno resistenti rispetto a quelli fissi, sicuramente sono più comodi da portare addosso senza problemi.

 

La lama

Una volta che avete scelto se acquistare un coltello da sopravvivenza fisso o a serramanico, è bene sapere per quale tipo di lama optare. In genere, i migliori modelli presenti sul mercato sono quelli dotati di lame in acciaio inossidabile o in fibra di carbonio.

In realtà dire quale dei due materiali sia il migliore non è semplice, in quanto sono entrambi molto resistenti e il loro costo non differisce di molto.

Un coltello in acciaio inox è molto robusto e non arrugginisce, tuttavia tende a perdere facilmente il filo della lama, che è abbastanza difficile da ripristinare. Le lame in acciaio invece, sono molto apprezzate perché riescono a mantenere un’ottima affilatura anche a distanza di tempo.

L’ideale è optare per un coltello in acciaio con un’elevata componente di carbonio; tale connubio è un mix di solidità ed efficienza in termini di resistenza e di capacità di taglio.  

Un altro aspetto da non sottovalutare in fase di scelta di un coltello da sopravvivenza, è la forma della lama; potete infatti optare per una lama dritta o dentata.

Nel primo caso, se avete necessità di affilare il coltello, potete anche farlo in condizioni di fortuna, ovvero utilizzando una pietra levigata. Per ripristinare il filo di una lama dentata invece, occorre usare un apposito affilatore.

L’affilatura è una caratteristica fondamentale per scuoiare un animale, eviscerarlo e sezionarne la carne. Pertanto una lama che perde di frequente il filo, non risulta molto pratica in questo caso.

Per ciò che concerne l’estremità della lama, ricordate che un coltello appuntito è ottimo per trafiggere la carne e per eseguire i primi tagli, mentre uno a punta corta e arrotondata, è più indicato per scuoiare l’animale. 

Il manico

Molta attenzione va prestata anche alla scelta del manico, in quanto è da questa che dipende il comfort d’utilizzo del coltello, che a sua volta determina l’efficienza di taglio dell’accessorio, specialmente se il lavoro da eseguire richiede grande impegno e fatica.

Qualora dovesse venire meno la maneggevolezza, potreste rischiare la formazione di fastidiose vesciche sulle mani.

Un buon coltello da sopravvivenza deve essere pratico da usare e ben equilibrato, sia in termini di dimensioni dell’impugnatura, sia a livello di lunghezza della lama. 

Una volta i manici venivano realizzati prevalentemente in legno, oggi invece si impiegano materiali più performanti, rivestiti in gomma, plastica, ecc.

Molti coltelli survival, all’interno del manico contengono dei veri e propri kit da sopravvivenza, che spesso includono: lenza e amo per la pesca, ago, filo, bussola e altri accessori utili.

 

 

 

Come usare un coltello da sopravvivenza

 

Come abbiamo visto, i coltelli da sopravvivenza possono rivelarsi molto utili, se non indispensabili, in varie circostanze, come per esempio: trekking, esplorazioni, survival training, camping, ecc.

Ma che cosa potete fare qualora vi doveste trovare improvvisamente a dover affrontare una situazione d’emergenza senza un coltello al vostro fianco?

Niente paura, perché è possibile provare a costruirne uno con eventuali mezzi di fortuna. Vediamo insieme come fare.

Come costruire un coltello da sopravvivenza

In questa guida scopriremo come costruire un coltello da sopravvivenza in pietra. La realizzazione di un’arma da taglio di questo tipo, non è propriamente semplice, in fatti occorrono pazienza e manualità. Di seguito troverete le istruzioni necessarie per fabbricare un coltello di fortuna, pertanto se desiderate ottenere un risultato soddisfacente, seguite attentamente tutti i passaggi.

Innanzitutto è necessario trovare una pietra dalla forma lunga, che può essere reperita abbastanza facilmente qualora vi troviate in prossimità di un fiume.

Una volta individuato il giusto sasso, prendetelo tra le mani e maneggiatelo, dovrà risultare pratico e piacevole al tatto. L’ardesia sarebbe ideale, questa tipologia di roccia infatti, risulta molto semplice da rompere e modellare.

In mancanza di ardesia, prendete una pietra abbastanza grande e scagliatela contro una roccia, al fine di frantumarla. Quando effettuate tale operazione, fate molta attenzione a proteggere gli occhi, onde evitare che qualche scheggia vi salti addosso.

Dopo aver frantumato la pietra, scegliete la scheggia più acuminata e più simile alla lama di un coltello.

 

Lavorazione della lama di pietra

A questo punto avvolgete con un panno un’estremità della pietra, per evitare di farvi male alla mano. Procuratevi un altro sasso affilato e iniziate a lavorare la punta del vostro coltello. Levigate per bene prima un lato e poi l’altro, cercando di rendere l’arma da taglio il più uniforme possibile.

Colpite ripetutamente (con dei colpi secchi) la lama di pietra, tenendola leggermente inclinata. Lavorate per bene tutto il sasso, su entrambi i lati. Per ottenere un buon coltello, la lama dovrà risultare ben dritta e appuntita.

Le rifiniture

Per rifinire il coltello, procuratevi una pietra irregolare, meglio se è di forma seghettata. Questa vi servirà per rimuovere le imperfezioni lasciate dalla precedente lavorazione. Sfregate la pietra lungo i due bordi della lama, noterete che il materiale in eccesso si staccherà con facilità dalla superficie.

Ripetete l’operazione più volte, finché non avrete ottenuto una lama resistente e ben affilata. A questo punto è necessario pensare alla realizzazione del manico. Questo può essere rivestito in diversi modi, a seconda del materiale che avete a disposizione: cuoio (cintura), corda, pezzi di indumenti. Avvolgete il manico di pietra del vostro coltello, stringendolo e fissando per bene la copertura. La vostra arma da taglio da sopravvivenza è pronta per l’uso!

Chiaramente, se volete evitare di rovinare la lama, cercate di costruire un apposito fodero, nel quale riporre il coltello dopo ogni utilizzo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Che tipo di manutenzione richiede un coltello da sopravvivenza?

Comprare un coltello da sopravvivenza e utilizzarlo senza prendersi cura di questo, è un errore che commettono in molti. Il taglio della vegetazione e il trattamento delle carni di animali abbattuti, tendono a rovinare il filo della lama, anche se il coltello è nuovo e di ottima qualità.

Non è consigliabile infatti acquistare un’arma da taglio del genere, senza comprare anche un apposito kit di manutenzione che include l’affilatore (es. l’acciarino o la cote).

Per mantenere un coltello sempre perfetto ed efficiente, vi suggeriamo di imparare a utilizzare bene la cote, in modo da affilare la lama almeno una volta ogni due utilizzi.

Sono migliori i coltelli da sopravvivenza a lama fissa o pieghevole?

La scelta di un coltello con lama fissa o pieghevole, è una questione puramente soggettiva; dipende dal tipo di utilizzo che ne dovete fare. Le differenze sostanziali tra le due tipologie di armi da taglio, riguardano la resistenza della lama e la praticità di utilizzo.

Un modello fisso è più robusto e meglio bilanciato, tuttavia risulta un po’ ingombrante durante il trasporto. Per ciò che concerne il coltello pieghevole invece, questo è altresì efficiente, anche se il meccanismo di estrazione della lama potrebbe penalizzarlo in termini di bilanciamento e di solidità. In pratica a livello strutturale, un modello pieghevole risulta più delicato e uno sforzo eccessivo potrebbe comprometterne la stabilità.

Tuttavia la lama retrattile, ha dalla sua il vantaggio di ingombrare poco spazio e di essere trasportata addosso con maggiore praticità.

 

Quali sono i migliori coltelli da sopravvivenza?

La scelta di un coltello da sopravvivenza è molto soggettiva, tuttavia è necessario tenere in considerazione diversi parametri, al fine di optare per una lama che sia in grado di soddisfare appieno le vostre esigenze.

I materiali che compongono un coltello survival sono un aspetto fondamentale da valutare prima di acquistare un modello. Accertatevi sia della qualità della lama, sia di quella dell’impugnatura. Solitamente i modelli migliori sono quelli dotati di lame realizzate in acciaio inox e fibre di carbonio e di manici antiscivolo comodi da impugnare e confortevoli al tatto.

 

Quanto deve essere grande un coltello da sopravvivenza?

Le dimensioni di un coltello survival devono essere adatte al tipo di operazioni che intendete svolgere con questo accessorio. Pertanto la grandezza della lama deve risultare giusta e idonea alle circostanze.

Per infilzare o abbattere una preda, sicuramente un coltello fisso di dimensioni grandi è più adatto rispetto a uno piccolo e pieghevole.

Mentre per quanto riguarda le operazioni di scuoiamento e di eviscerazione di un animale abbattuto, un modello di grandezza ridotta risulta più adatto e pratico da usare.

Ovviamente i costi dell’arma da taglio sono proporzionati alla qualità dei materiali e alla tipologia di coltello. Molti modelli presenti sul mercato, sono completi di kit di sopravvivenza, spesso integrati nei manici stessi dei coltelli e solitamente questi includono: amo e lenza, bussola, kit di cucito, fiammiferi, ecc.

 

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI