Ultimo aggiornamento: 18.10.21

 

Il camper è la strategia perfetta per tutelare il proprio diritto alle vacanze malgrado i segnali poco rassicuranti dell’andamento della pandemia

 

Quest’anno fare il capodanno in camper potrebbe essere una soluzione geniale. Si evitano i luoghi troppo affollati, soprattutto i mezzi pubblici e i luoghi di assembramento come aeroporti e stazioni. In particolare, si possono stabilire autonomamente i tempi e le modalità di viaggio, senza dipendere dalle regole delle agenzie e dei tour organizzati. Un buon compromesso, dunque, per godersi il tempo libero delle vacanze ma senza mettere a repentaglio la salute propria e dei cari. Inoltre, il nostro paese offre così tante mete di grande interesse naturalistico o culturale, da non poter mai restare a corto di idee.

Che si decida di restare all’interno del proprio territorio o di visitare le bellezze oltre il confine regionale, i suggerimenti da seguire sono tanti e in questo articolo vogliamo proporvi alcuni tra gli imperdibili. Si può scegliere di noleggiare il mezzo e usare delle agevolazioni in termini assicurativi. Chi possiede già il caravan, dovrà provvedere alla corretta manutenzione per tempo e dotarsi degli accessori indispensabili come il pannello solare per camper.

 

Capodanno in Sicilia

La nostra rassegna di mete dove passare il capodanno inizia al sud. La Sicilia tutta offre un gran numero di attrattive per organizzare una vacanza in cui non mancheranno elementi di grande pregio culturale e naturalistico. Chi si sposta su gomma arriva e riparte da Messina, perché da qui si prende il traghetto per attraversare lo stretto. Un altro modo per raggiungere l’isola dal continente è in nave da Napoli, Civitavecchia o Genova con sbarco a Catania o Palermo.

Le piazzole di sosta sono tante e spesso non è richiesto il pagamento per il parcheggio, è comunque facile trovare delle aree attrezzate nei campeggi o nelle strutture apposite. Il giro della costa prevede di fare alcune tappe imprescindibili. Anche d’inverno si può godere di belle giornate e quindi perché non approfittarne? 

Nel palermitano Petralia Soprana è una delle mete meno note ma anche la più suggestiva perché eletta borgo più bello d’Italia. Il viaggio prosegue verso occidente e una meta suggestiva per il cenone potrebbe essere a Trapani, alle saline. Agrigento con l’acropoli è una città che si apprezza di più quando le giornate sono uggiose, altrimenti è un bagno di sudore. Il mare d’inverno è suggestivo, ma le zone a maggiore vocazione balneare potrebbero essere una perdita di tempo. Meglio puntare dritto a Catania e alla visita del vulcano attivo più alto d’Europa.

 

Capodanno in Puglia

Altra meta dove andare a capodanno in Italia può essere di certo la Puglia. Le mete imperdibili sono certamente Alberobello e Castellana grotte, in periodo invernale il piccolo paese dei trulli si presenta come un vero e proprio presepe: l’effetto Natale è subito dietro l’angolo. Visitare le grotte in bassa stagione ha i suoi rischi, si potrebbe non trovare sempre aperto ed è necessario verificare con precisione prima, ma è molto bello e merita la sosta.

Da qui Lecce, Ostuni e il paesaggio circostante meritano. Già solo il percorso tra gli ulivi centenari mette in pace con il mondo e fa apprezzare il cammino in maniera davvero speciale. Le pause enogastronomiche saranno di certo uno degli elementi di maggiore attrattiva per il visitatore.

Tra le destinazioni dove passare il capodanno in Italia, qui le possibilità per trascorrere la notte in un luogo suggestivo e indimenticabile sono tante. Il mare d’inverno da queste parti è speciale e a Santa Maria di Leuca si rischia di lasciare per sempre il cuore.

Capodanno in Basilicata

Tra le mete per capodanno per gli appassionati delle mete naturalistiche c’è di certo la Basilicata. La visita al Parco Nazionale del Pollino a cavallo tra questa regione e la Calabria, rappresenta una località di rara bellezza. Il parco si estende per una notevole porzione del territorio delle due regioni, si caratterizza per la presenza di numerosi habitat e ambienti unici data la speciale conformazione montuosa eppure molto vicina al mare.

Matera è la meta dove andare con il camper a Natale. La cittadina si snoda su un promontorio assumendo i tratti tipici del paesaggio di un presepe. Molto pittoresco e inusuale, riserva speciali sorprese anche nell’area del Parco della Murgia Materana, una località decisamente al di fuori dei soliti luoghi comuni sugli ambienti del mezzogiorno.

 

Capodanno in Toscana

Tramonti di rara bellezza e panorami che hanno ispirato l’arte nella nostra tradizione nazionale, la Toscana ha tanti assi nella manica oltre al turismo prettamente culturale. Per un bel capodanno in camper le mete migliori in questa regione sono le terme che si trovano nel senese. La zona è fornita di aree per il campeggio e il parcheggio con camper, dove poter effettuare le consuete operazioni di manutenzione del WC e attrezzate con la corrente elettrica. 

Si tratta di una meta da vivere intensamente per un periodo prolungato, perché il parco è molto esteso e perché ogni ambiente rappresenta un punto di particolare interesse paesaggistico. All’insegna del relax e della vacanza a un ritmo lento, qui è possibile organizzare con facilità l’ultimo dell’anno con bambini.

Capodanno in Friuli Venezia Giulia

Le Dolomiti rappresentano la meta per eccellenza in questa stagione. Chi si muove in camper d’inverno sa dove andare e divertirsi alla grande. In Friuli gli itinerari in camper per capodanno saranno certamente in alta quota. Tra le mete da prediligere c’è Sappada, in provincia di Udine. Gli amanti dello sci di fondo sapranno apprezzare questa destinazione tra le migliori per praticare gli sport invernali. Il vantaggio di scegliere questa meta sarà di trovare migliore accoglienza, dal momento che qui sarà alta stagione.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI