Ultimo aggiornamento: 28.09.22

 

Come comunicano tra di loro due ricetrasmittenti? E come bisogna comportarsi durante una conversazione tra due o più walkie talkie?

 

I walkie talkie sono delle radio ricetrasmittenti bidirezionali portatili, che possono comunicare tra loro appoggiandosi su degli appositi canali di frequenze. Generalmente sono dispositivi che vengono venduti in coppia, anche perché un solo apparecchio servirebbe a ben poco.

Oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante e la comunicazione è diventata digitale, pertanto certi strumenti sono ormai considerati obsoleti e superati. Contrariamente a ciò però, è bene sottolineare che le ricetrasmittenti sono ancora usate sia dai bambini in ambito ludico e sia dagli adulti in campo professionale.

Tra i walkie talkie venduti online e nei negozi specializzati, è possibile trovare una vasta gamma di modelli. Alcuni di questi sono molto semplici (a corto raggio d’azione) e per uso amatoriale, altri invece sono dispositivi professionali capaci di coprire grandi distanze e di comunicare su più canali di frequenze.

 

Le frequenze radio

Il tipo di funzionamento dei walkie talkie sostanzialmente è come quello delle radio. Le persone che vogliono comunicare tra loro tramite l’utilizzo di questi dispositivi, devono impostare la propria ricetrasmittente sulla stessa frequenza di quella con la quale intendono interagire.

Inoltre è fondamentale prestare attenzione alla scelta delle frequenze, in quanto potreste selezionarne una già occupata. In tal caso rischiereste di accavallare due o più conversazioni, ottenendo soltanto un mix caotico di voci.

È noto che le ricezioni audio dei walkie talkie sono per natura tutt’altro che limpide; anche se per chi fa uso di questi dispositivi, la cosa più importante è che i messaggi vocali arrivino chiaramente a destinazione, nonostante qualche interferenza.


Regole di conversazione tra walkie talkie

Quando si utilizzano i walkie talkie, è necessario seguire poche semplici regole e un apposito codice di comunicazione. Innanzitutto i due utenti che interloquiscono tramite gli apparecchi, non possono parlare contemporaneamente ma solo uno per volta.

Il microfono e l’altoparlante di ogni dispositivo infatti, funzionano in modo alternativo, perciò o parlate o ascoltate. Se i due interlocutori provano a esprimersi simultaneamente, la trasmissione non avviene e cade bruscamente.

È proprio per questo motivo che è stato codificato un linguaggio per regolare le comunicazioni tra le ricetrasmittenti. In pratica, ogni volta che un utente finisce di parlare, questi cede la parola all’ascoltatore pronunciando il comando “passo”.

Quando invece si decide di chiudere definitivamente la conversazione, uno dei due utenti pronuncia la frase “passo e chiudo”. Prima di azionare i vostri walkie talkie, assicuratevi sempre che le batterie siano ben cariche, specialmente se li riutilizzate dopo tanto tempo che sono stati fermi.

Per usufruire di una ricezione ottimale, vi suggeriamo di usare i dispositivi in luoghi all’aperto e possibilmente in zone in altura. Inoltre, affinché la voce giunga chiara al vostro interlocutore, è fondamentale scandire bene le parole e usare sempre un tono pacato durante una conversazione.

 

Decalogo della ricetrasmittente

1 – Prima di ogni utilizzo, sintonizzate tutte le ricetrasmittenti del vostro gruppo sullo stesso canale di comunicazione. Per accertarvi che tutti gli apparecchi siano ben programmati, effettuate delle prove di sintonia, trasmettendo delle frasi qualsiasi e verificando che gli altri dispositivi ricevano in modo chiaro il segnale radio.

2 – Durante una conversazione, tenete premuto il tasto di trasmissione per parlare e rilasciatelo per ascoltare.

3 – Ogni comunicazione dovrà iniziare pronunciando il nome (o il nickname) della persona interpellata seguito da “Qui + il nome identificativo del mittente”. In questo modo, il ricevente, potrà capire da quale membro del gruppo proviene il messaggio.

4 – Ogni messaggio trasmesso va terminato pronunciando la parola “Passo”, al fine di autorizzare a parlare il proprio interlocutore. Quando volete chiudere definitivamente una comunicazione, la frase da pronunciare è “Passo e chiudo”.

5 – Quando venite contattati, rispondete alla chiamata dicendo “In ascolto”. Qualora foste occupati, allora rispondete “Aspetta”. Successivamente, quando sarete pronti, ricontattate l’utente dicendogli che siete “In ascolto”.

6 – Quando ricevete un messaggio in modo chiaro, date sempre conferma all’altro utente pronunciando la parola “Ricevuto”. Diversamente invitate il vostro interlocutore a ripeterlo dicendo “Ripeti”.

7 – Qualora doveste pronunciare degli acronimi o delle parole difficili, effettuate lo spelling del testo utilizzando l’alfabeto NATO-ICAO (Alfa, Bravo, Charlie, ecc.). Cercate di impararlo a memoria perché è il solo alfabeto fonetico internazionale riconosciuto in tutto il mondo.

8 – Quando dovete fare una domanda, iniziate sempre la conversazione pronunciando la parola “Domanda”. Ciò aiuterà l’interlocutore a capire meglio la conversazione, sia quando la vostra inflessione vocale non è ben recepita e sia quando la qualità audio della comunicazione è bassa.

9 – Quando dovete comunicare degli orari, dei numeri o delle coordinate, ricordate di scandire sempre ogni singola cifra.

10 – Per correggere una parola o una frase sbagliata, dite “Correggo” e successivamente provvedete a ritrasmettere quella giusta.


Suggerimenti utili

Durante una comunicazione, impugnate il walkie talkie in posizione verticale a una distanza di dieci centimetri circa dalla bocca. Evitate di giochicchiare o di flettere l’antenna dell’apparecchio, specialmente durante una conversazione in corso.

Per ottenere un migliore collegamento radio, cercate di posizionarvi in direzione del vostro interlocutore, possibilmente in luoghi rialzati e all’aperto. Una trasmissione effettuata dall’interno di veicoli o di strutture, molto probabilmente risulterà disturbata e poco chiara.

Controllate sempre che il canale sia libero prima di trasmettere; in pratica state in silenzio ad ascoltare prima di parlare, onde evitare di interferire con un’altra comunicazione radio in corso.

Al fine di migliorare la qualità della conversazione, siate sintetici e chiari e assumete un tono normale e pacato. Per formulare una richiesta d’aiuto, pronunciate la parola “Emergenza” per tre volte e successivamente trasmettete il messaggio. Se invece ricevete una chiamata d’emergenza, interrompete ogni altra comunicazione, restate in ascolto del messaggio e dopo avvertite le Autorità competenti.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI