Ultimo aggiornamento: 19.01.22

 

Attraversata da una moltitudine di piste ciclabili e itinerari per il cicloturismo, l’Umbria è la meta ideale per trascorrere le vacanze all’insegna dell’avventura e della libertà di movimento. Ecco quattro interessanti proposte per scoprire gli incantevoli paesaggi del cuore verde dell’Italia pedalando.

 

Da Perugia ad Assisi, passando per il lago Trasimeno e le Cascate delle Marmore, ci sono un’infinità di cose da vedere in Umbria, una regione tutta da esplorare e di cui innamorarsi.

Chi si imbatte per la prima volta negli idilliaci paesaggi umbri ne rimane letteralmente ammaliato e il modo migliore per scoprirli è attraverso un road trip in sella alle due ruote. Noi di 2Nomadi abbiamo scelto quattro splendidi itinerari in Umbria da percorrere in bici per raccogliere ricordi ed emozioni che dureranno nel tempo.

Dove andare, cosa vedere e soprattutto cosa mangiare in questa affascinante regione italiana ricca storia, cultura e natura: per voi tutte le informazioni per trascorrere delle magiche vacanze in Umbria, pedalando tra i borghi più belli del cuore verde dell’Italia.

 

Umbria in bici

Con oltre 2.500 chilometri di piste ciclabili e più di 50 itinerari per il cicloturismo, l’Umbria è una delle regioni più bike-friendly dello Stivale, proponendo percorsi per tutti i gusti e con diversi livelli di difficoltà.

Gli amanti dell’avventura off road, che vogliono percorrere sentieri sterrati in mezzo ai boschi e alla natura incontaminata per trascorrere tre giorni nel verde, possono scegliere tra 24 percorsi in mountain bike che si sviluppano per oltre 600 chilometri di tracciati, attraversando le città umbre più belle e affascinanti.

Chi, invece, preferisce visitare l’Umbria con più tranquillità, avrà a disposizione 30 percorsi cicloturistici su strada per trascorrere un weekend rilassante in sella alle due ruote. Insomma le opzioni non mancano di certo, quindi non resta altro da fare che preparare le valigie e partire alla scoperta dei paesaggi incontaminati e dei meravigliosi borghi da visitare in Umbria.

 

1. La Ciclovia Assisi-Spoleto

 

Lunghezza: 52 km

Tempo di percorrenza: 3 h e 40 min

Difficoltà: facile

 

Città umbre da visitare: Assisi, Cannara, Bevagna, Foligno, Montefalco, Trevi, Campello sul Cliturno e Fonti (fuori dalla ciclabile ma facilmente raggiungibili), Spoleto.

Il primo tour in Umbria che vi proponiamo permette di visitare Assisi e dintorni in due giorni, percorrendo la pista ciclabile Assisi-Spoleto. Questo tracciato, lungo all’incirca 52 km, attraversa alcuni dei borghi umbri più belli, tanto è vero che nel 2015 si è aggiudicato il primo premio per la Mobilità Sostenibile alla “Bicipolitana”, conquistando il titolo di via verde più bella d’Italia all’Italian Green Road Award.

Il percorso si snoda su un territorio quasi completamente pianeggiante, lontano dal traffico e dal caos cittadino, dove al verde delle campagne umbre si alternano città medievali ricche di storia, arte e tradizione.

 

Grazie alla sua conformazione e al ridotto dislivello, questa ciclabile ben segnalata è adatta a tutti, anche ai cicloturisti meno allenati.

INFORMAZIONI UTILI

Come dicevamo, la ciclovia Assisi-Spoleto è ben segnalata lungo tutto il tracciato e si sviluppa quasi interamente su piste ciclabili a cui non è consentito l’accesso ai veicoli a motore (quindi ideale anche per le famiglie con bambini).

L’unica eccezione è un breve tratto da Cannara a Bevagna, dove il percorso si immette su una strada secondaria a bassissimo traffico.

Volendo, è possibile abbinare la ciclovia Assisi-Spoleto anche ad altre piste ciclabili umbre come la ciclovia del Tevere e quella dell’Ex ferrovia Spoleto-Norcia.

 

2. Ciclovia Spoleto-Cascate delle Marmore

 

Lunghezza: 63 km

Tempo di percorrenza: 5 h

Difficoltà: facile

Umbria cosa vedere: Spoleto, Castel San Felice, Cascata delle Marmore, Lago di Piediluco

Per il prossimo itinerario ci dirigiamo con le nostre bici in località Caprareccia per intraprendere il percorso dell’Ex ferrovia Spoleto-Norcia, che nel 2005 è stata convertita in pista ciclopedonale da percorrere sia in bicicletta sia a piedi.

Il sentiero è immerso nella natura e attraversa ponti, gallerie, viadotti e boschi rigogliosi fino a Castel San Felice. Da qui, lasciamo la vecchia ferrovia per costeggiare il fiume Nera nella suggestiva Valnerina e, dopo una trentina di chilometri, raggiungiamo le spettacolari Cascate delle Marmore.

E se non siete ancora sazi dell’Umbria e dei suoi paesaggi, pedalando per altri cinque chilometri potrete raggiungere il Lago di Piediluco, un meraviglioso specchio d’acqua incastonato tra vallate verdi e suggestivi rilievi che compongono uno scenario unico nel suo genere.

INFORMAZIONI UTILI

Nel tratto che da Castel San Felice porta alle Cascate delle Marmore ci sono due gallerie – lunghe all’incirca due chilometri ciascuna – che non sono ben illuminate. Per cui vi consigliamo di portare con voi delle torce e un giubbotto catarifrangente in modo da segnalare la vostra presenza alle auto in transito.

 

3. La Ciclovia del Tevere

 

Lunghezza: 85 km

Tempo di percorrenza: 6 h e 10 min

Difficoltà: media

Borghi dell’Umbria da visitare: Perugia, Umbertide, Trestina, Città di Castello, San Giustino.

A chi vuole visitare Perugia, i suoi dintorni e alcuni dei più antichi monumenti dell’Umbria consigliamo la ciclovia del Tevere, un percorso facile e completamente pianeggiante, adatto anche ai ciclisti meno esperti e alle famiglie con bambini.

L’itinerario si sviluppa lungo le sponde del Tevere e di altri affascinanti fiumi dell’Umbria, come il Carpina e il Paglia, attraversando i paesaggi verdi e incontaminati della Valtiberina Umbra. Ai biker meno allenati consigliamo di dividere il percorso in due tappe: la prima con partenza da San Giustino e arrivo a Umbertide, e la seconda da Umbertide a Ponte San Giovanni.

INFORMAZIONI UTILI

Prima di arrivare a Umbertide vi consigliamo di fare una deviazione per visitare il borgo medievale di Montone, arroccato su un colle da cui si gode una vista mozzafiato di tutta l’Alta Valle del Tevere.

Nonostante la pista ciclabile sia ben manutenuta, alcuni tratti del percorso che collega Città di Castello alla Rocca di Umbertide, in caso di piogge persistenti si possono percorrere solo con la mountain bike, nel qual caso meglio attrezzarsi con una mantellina da pioggia e una tazza termica per sorseggiare una buona bevanda calda tra una pedalata e l’altra.

 

4. L’Anello sul Trasimeno

 

Lunghezza: 70,5 km

Tempo di percorrenza: 6 h e 30 min

Difficoltà: media

Posti da visitare in Umbria: Passignano sul Trasimeno, San Savino, Sant’Arcangelo, Castiglione del Lago, Tuoro sul Lago, Isola Maggiore.

Il percorso ad anello che parte da Passignano e costeggia le rive del Lago Trasimeno si rivolge ai ciclisti più esperti alla ricerca di un po’ di pane per i propri denti. Il 60% del tracciato si sviluppa, infatti, su terreni sterrati abbastanza impegnativi, da percorrere prevalentemente in mtb, fat bike o con modelli più performanti e robusti di biciclette, richiedendo anche una certa esperienza sulle due ruote e una buona dose di allenamento.

Ai meno esperti consigliamo, invece, l’itinerario cicloturistico che da Tuoro sul Trasimeno porta a Castiglione del Lago. Il tracciato misura complessivamente 42,5 km e, considerata la quasi totale assenza di asperità, può essere percorso senza troppa fatica anche dalle famiglie con bambini, magari facendo qualche sosta in una delle numerose aree di ristoro che si incontrano lungo il tragitto.

INFORMAZIONI UTILI

Un quarto del percorso si sviluppa su strada asfaltata comune e quindi percorsa anche da altri veicoli, in quanto la ciclovia viene a mancare a Borghetto e da Sant’Arcangelo a Castiglione.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI