Ultimo aggiornamento: 06.04.20

 

Soluzione alternativa al classico barbecue, in alcuni casi si può utilizzare anche all’interno della propria abitazione. Ecco le risposte sul suo funzionamento e sui consumi.

 

Il barbecue, idolo incontrastato degli americani. Mentre noi italiani qui abbiamo la pizza con gli amici davanti al televisore per vedere la finale di Champions League, negli Stati Uniti fanno la stessa cosa con il football americano solo che invece della pizza preparano barbecue colossali nei giardini delle loro case nei sobborghi delle grandi città. 

Se siete attratti dall’idea di preparare deliziose pietanze alla griglia, ma non avete un ampio giardino dove poter sistemare un barbecue, potete optare per i modelli elettrici che solitamente si presentano con dimensioni più compatte. I barbecue elettrici più venduti condividono caratteristiche come qualità dei materiali, potenza, sicurezza nell’uso e montaggio, quindi tenetele ben presente prima di acquistare un prodotto.

 

Funzionamento e manutenzione

Come potete immaginare, il barbecue elettrico funziona con l’elettricità. Per poterlo usare dovrete necessariamente collegarlo ad una presa elettrica, quindi se volete cucinare all’aperto potreste aver bisogno di una prolunga. Non avrete bisogno di alcun combustibile, in quanto la cottura avverrà tramite una piastra alimentata elettricamente che può arrivare a diversi livelli di potenza, solitamente regolabili attraverso una manopola. 

Una volta collegato alla corrente, potrete accenderlo e impostare la temperatura per poi posare le pietanze da cucinare sulla piastra. In generale tutti i barbecue elettrici sono molto semplici da utilizzare, specialmente quelli per il teppanyaki, dei modelli di dimensioni compatte grazie ai quali è possibile grigliare verdure, carne e pesce in puro stile giapponese. 

I barbecue elettrici grandi da mettere in giardino o in terrazzo dispongono anche di un comodo coperchio che potrete chiudere per cucinare alcune pietanze in modo ottimale e preparare diverse ricette. Non aspettatevi però la stessa qualità di cottura di un barbecue classico, tenete conto che i barbecue elettrici sono una soluzione alternativa pensata per chi non può permettersi di cucinare usando carbonella e legna.

 

Consumi

Dovendo collegare il barbecue alla rete elettrica è lecito chiedersi quanto questo peserà sui consumi. Viviamo in tempi duri per l’economia, quindi vale la pena sapere se comprare e usare un barbecue elettrico non ci faccia rimpiangere di averlo fatto alla prima consegna della bolletta della luce. In realtà i consumi non sono così elevati come si può immaginare, basta ridurre la potenza di cottura e non sfruttare al massimo il wattaggio del prodotto. 

Ovviamente impostando la temperatura al massimo si potrà cucinare più velocemente, ma i consumi saranno più alti. Questo fattore dipende anche dall’utilizzo che ne fate. Se volete cucinare con il barbecue elettrico tutti i giorni, allora potete aspettarvi un aumento dei consumi. Parliamo sempre di cifre abbastanza basse, neanche lontanamente paragonabili a quelle di un elettrodomestico di grandi dimensioni. 

Probabilmente appena vi verrà consegnato ne usufruirete più spesso, un po’ per il gusto della novità un po’ per cercare di capire come usarlo al meglio. Una volta familiarizzato con il barbecue elettrico potrete cominciare a diluirne l’utilizzo, magari usandolo per preparare pranzi o cene due o tre volte a settimana.

 

Qualche altro consiglio

Dopo aver usato il barbecue potrete pulirlo semplicemente con una spugna e del detersivo da passare sulla piastra. Non esagerate con l’acqua e il detersivo in quanto potreste rovinare i circuiti elettrici del prodotto, la soluzione migliore infatti è quella di rimuovere la piastra e pulirla separatamente dalla scocca del barbecue. Aspettate sempre che le piastre si siano raffreddate per pulirle, mentre potrete lavare la vaschetta raccogli liquidi in lavatrice per risparmiare un po’ di tempo.

A proposito di sicurezza e di scottature, quando utilizzate il barbecue elettrico dovrete fare un po’ di attenzione, in quanto le piastre elettriche si scaldano velocemente e rimangono bollenti anche dopo averle spente. Per questo vi consigliamo di tenere lontani i bambini dal barbecue elettrico mentre cucinate e anche dopo. Acquistando un barbecue elettrico di buona qualità si potrà evitare parzialmente il problema, in quanto dei materiali migliori isolano molto meglio il calore.

Per il montaggio dovrete darvi un po’ da fare, a meno che non decidete di comprare una semplice piastra per il teppanyaki. Nel caso dei barbecue invece dovrete assemblare i vari pezzi con estrema cura, seguendo minuziosamente le istruzioni contenute nella confezione. Consigliamo di farvi aiutare da una o più persone per ridurre i tempi di montaggio che altrimenti possono arrivare a ben 3 ore!

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di