Ultimo aggiornamento: 07.06.20

 

Con queste calzature si affrontano sentieri innevati, quindi è necessario tenerle pulite in modo che risultino sempre confortevoli e presentabili.

 

A differenza del mare e delle spiagge affollate e soprattutto sempre più circondate dalla civiltà, la montagna offre ancora luoghi incontaminati, vette imperiose e il fascino di luoghi inesplorati o addirittura indomabili dall’uomo. Inoltre l’aria è particolarmente rigenerante, infatti una volta arrivati è sempre bello respirare a pieni polmoni, lontani dallo smog e dal traffico cittadino. 

Andare in montagna però comporta qualche sacrificio in più rispetto alle giornate in spiaggia, in quanto per il mare basta un costume e un paio di infradito, mentre per la montagna bisogna attrezzarsi adeguatamente. Giacconi pesanti, cappelli, guanti, sciarpe e calzamaglie non possono mancare in valigia, così come l’attrezzatura per lo sci o lo snowboard. 

Una parte importante dell’equipaggiamento che ogni amante della montagna non deve trascurare sono gli scarponi, che sono indispensabili per poter camminare agevolmente sulla neve e sul pavimento ghiacciato senza il rischio di scivolare. Queste calzature tengono tutte le parti del piede e della caviglia ben protette, quindi uniscono praticità alla sicurezza.

Come si può immaginare, gli scarponi da neve tendono a sporcarsi molto velocemente. Anche se sono idrorepellenti, la neve sciolta e il bagnato possono creare una patina, per non parlare della fanghiglia e dai detriti. La manutenzione, dunque, non è semplicemente un fatto estetico, infatti chi li usa frequentemente preferisce tenerli puliti per evitare che il tessuto e le cuciture si rovinino inevitabilmente. 

Questo vale sia per gli scarponi da montagna più venduti e di qualità più alta, sia per quelli economici da utilizzare in modo sporadico. Oltre alla pulizia è anche necessario ammorbidirli, in modo da renderli più comodi e più responsivi nella camminata.

Pulizia

Una volta rientrati a casa dopo una lunga camminata sulla neve o un’escursione i vostri scarponi saranno alquanto impresentabili. Viste le loro notevoli dimensioni e il peso elevato non vi conviene metterli in lavatrice perché potreste fare danni sia alle calzature sia all’elettrodomestico. Certo il lavaggio automatico è comodo, ma in questo caso dovrete munirvi di un po’ di pazienza e di un paio di spazzole. 

Prima di tutto rimuovete soletta e lacci per non farli inumidire, magari tenendoli vicino al termosifone o alla stufa per farli asciugare. In seguito dovrete controllare la suola, in quanto se avete camminato su sentieri naturali probabilmente la troverete piena di pietre incastonate tra uno spazio e l’altro, oltre che il fango. 

Con una spazzola rigida dovrete rimuovere pietre e fango dalla suola per farla tornare come nuova. Quest’operazione va fatta, perché i detriti possono rovinarla e far perdere l’aderenza con il terreno, cosa che si traduce in performance ridotte e un rischio maggiore di infortunio. Dopo esservi assicurati di aver pulito per bene la suola, passate dalla spazzola rigida ad una più morbida in modo da pulire la membrana dello scarpone. 

Non avrete bisogno di alcun prodotto per poter rimuovere fanghiglia o neve, potete al massimo aggiungere un po’ d’acqua tiepida e passare un panno morbido. Il nostro consiglio è quello di pulire gli scarponi da montagna con una buona frequenza in modo da non far accumulare troppo la sporcizia che altrimenti sarà molto più difficile da rimuovere.

Ammorbidire gli scarponi

Gli scarponi da montagna non sono proprio le calzature più comode in circolazione, infatti se non si è abituati le prime camminate possono risultare abbastanza faticose e a volte un po’ dolorose. Ci vuole un po’ di tempo per abituarsi ad una nuova calzatura, infatti chi usa gli scarponi da montagna sporadicamente tende a soffrire un po’ di mal di piedi mentre li utilizza, mentre i ‘montanari’ più navigati li indossano come se fossero pantofole. 

È tutta una questione di abitudine, infatti dopo un po’ di camminate gli scarponi inizieranno ad ammorbidirsi prendendo sempre di più la forma del piede. Potete anche decidere di ammorbidirli usando qualche prodotto come oli o grassi, ma senza esagerare perché altrimenti la scarpa potrebbe deformarsi. 

Un buon trucco è utilizzare il phon per 20 secondi sulla pelle degli scarponi prima di indossarli, oppure applicare del lucido sulla scarpa con un panno morbido. In ogni caso quando scegliete dei nuovi scarponi assicuratevi che il piede non ‘balli’ all’interno, quindi provate varie taglie per trovare quella giusta.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments