Ultimo aggiornamento: 07.03.21

 

Una biodiversità unica nel suo genere, la posizione speciale protetta dalle montagne ma subito a ridosso del mare. I trekking liguri si affacciano su panorami indimenticabili

 

Complice la particolare bellezza naturalistica e la posizione privilegiata, i trekking in Liguria possono riservare indimenticabili suggestioni agli amanti dello sport in natura. Le montagne che si spingono a ridosso del mare che creano insenature e pareti rocciose a strapiombo, percorrono il litorale creando tra le insenature località famose in tutto il mondo.

Chi è abituato al cammino sui sentieri di montagna e con una certa difficoltà non potrà resistere alla tentazione di organizzare il proprio trekking. È infatti importante notare che seppure esistano percorsi facili da percorrere, nessuno è del tutto privo di difficoltà. Per godere al meglio della bellezza della costa ligure è possibile effettuare gli spostamenti in barca osservando dalla prospettiva marina la peculiarità di spiagge e insenature.

I più allenati, possono sfidare i sentieri che si inerpicano e congiungono i villaggi marinari del litorale. In questo articolo abbiamo selezionato cinque percorsi da non perdere tra le principali mete turistiche della regione.

 

Il Sentiero Liguria

Va detto che tutta la costa può essere percorsa da parte a parte, quindi da Bocca di Magra a Ventimiglia, e viceversa. Il percorso si chiama Sentiero Liguria ed è un lunghissimo tratto che attraversa la regione lungo tutta la costa. Il percorso si snoda per 650 chilometri e tocca ben 28 tappe. Inoltre, le condizioni climatiche miti della regione permettono di percorrere il sentiero durante tutto l’anno e senza particolari limitazioni. L’unica accortezza da seguire riguarda la possibilità di imbattersi in zone soggette a frane. La particolare conformazione rocciosa e l’azione degli elementi rendono alcuni tratti meno sicuri perché possono avvenire degli smottamenti. Per questo è importante seguire le indicazioni presenti lungo il percorso e non allontanarsi dal sentiero tracciato.

Le escursioni in Liguria devono essere fatte con le dovute precauzioni, senza sottovalutare l’importanza della giusta attrezzatura malgrado la località sia prevalentemente marina. Un buon paio di scarpe e un bastone da trekking rappresentano la dotazione di base. Anche uno zaino con acqua e spuntini è utile per avventurarsi immersi nella natura.

 

La Riviera di Ponente

Si divide idealmente la regione a metà dalla parte occidentale di Genova compresi i comuni di Savona e Imperia. È qui che si possono intraprendere i sentieri in Liguria che portano verso le cittadine francesi al limitare della Costa Azzurra. Tra le mete da non perdere in questa parte del territorio, ci sono i giardini botanici di Hanbury, oltre 6.000 specie botaniche provenienti da luoghi diversi si adattano perfettamente nel clima mite e accogliente della riviera.

Tra le altre tappe da non perdere in Ponente, la Riviera dei Fiori può offrire il suo massimo splendore. Si tratta quindi di attraversare le cittadine di Sanremo e le sue spiagge, Taggia e Bussana. Tra Capo Mimosa e Capo Mele si può godere della passeggiata immersi nel tipico ambiente mediterraneo. Selvaggio e rustico, in questo territorio predominano le specie arboricole più resistenti alla stretta vicinanza con il clima salmastro.

Riviera di Levante

Fanno parte della Riviera di Levante il territorio che da Genova va verso la Toscana. In questo incantevole scorcio di mondo sono compresi luoghi magnifici come le Cinque Terre, Portofino, Versilia e il Golfo dei Poeti. Tutti luoghi in qualche modo legati alla tradizione nazionale e alla vita personale di ognuno di noi, che in maniera più o meno diretta abbiamo incrociato i nostri destini con queste località. Le gite in Liguria rischiano di non essere mai a sufficienza per poter esplorare un territorio così ricco e articolato. Infatti, anche qui è difficile fare una selezione dei posti che meritano una visita.

Chi vuole contare sulla forza delle proprie gambe e su quadricipiti ben allenati, avrà l’imbarazzo della scelta. Ma il nostro suggerimento è di non perdere il trekking presso il Golfo dei Poeti. Sede di tre parchi naturali, questa naturale insenatura rappresenta un patrimonio naturale per via della sua ricca biodiversità. Ricade nel territorio di La Spezia e rappresenta un’ottima occasione per chi inizia il viaggio da sud. 

Anche se la definizione risale a tempi piuttosto recenti, agli inizi del Novecento, i poeti che calcano questi luoghi si contano già nei secoli precedenti, compreso Dante. E la capacità di ispirazione che suscitano queste località è sufficiente a far venire voglia di scoprire meglio di cosa si tratti.

 

Le Cinque Terre

Rinomata e identificativa spesso di tutta la Liguria, questa località si trova di fatto nella riviera di Levante, anche queste ricadono nella provincia di La Spezia. Di fatto ci si riferisce a cinque borghi, o terre, secondo il costume antico: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore.

È semplice trovare sul posto delle guide e accompagnatori che possano indicare la via migliore da seguire in base alle condizioni di partenza. Il numero dei partecipanti all’escursione, l’età e il livello di agonismo permette di stabilire come godere al massimo delle meraviglie di questi luoghi selvaggi.

 

Le escursioni da Genova

Escursionismo in Liguria significa anche seguire le vie che dal capoluogo si diramano verso la città vecchia e le località più pittoresche nei dintorni di questa bella cittadina. L’Acquedotto Storico, che parte da Cavassolo, è una delle mete naturalistiche favorite tra quelle che costeggiano la città. Il tour in Liguria, del resto, non può prescindere dalla visita della capitale né del suo centro storico.

 

L’Alta Via dei Monti Liguri

Non solo mare, la Liguria offre anche attrattivi per gli appassionati di alpinismo. I monti della Liguria offrono dei bei percorsi nella zona più interna della regione più stretta e allungata d’Italia. Il CAI Liguria, il Club Alpino Italiano, offre supporto e indicazioni utili per arricchire le camminate in Liguria anche del piacere dell’esplorazione in alta quota.

Oltre all’interesse sportivo, il percorso è segnato da 8.000 km di sentieri, questo luogo rappresenta un punto di osservazione e tutela della fauna e la flora locale. Infatti, per via della sua speciale conformazione, il territorio rappresenta un corridoio naturale prezioso che fa da ponte tra la biodiversità montana e quella dei parchi naturalistici che si trovano a valle a ridosso della costa.

  

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments