Ultimo aggiornamento: 01.06.20

 

Consigli e indicazioni per chi ama il fai da te e desidera creare uno spazio espressamente dedicato alla cottura alla griglia di carni e verdure.

 

Al momento di realizzare un barbecue in muratura buono ed economico bisogna prendere alcuni punti fondamentali da cui muoversi e cercare di scegliere i giusti materiali per realizzare e completare al meglio installazione e messa in opera del supporto. Vediamo più nel dettaglio i punti centrali da non farsi mancare, per avere il massimo in quanto a sicurezza ed efficienza dell’oggetto.

 

Posizionamento 

Il primo passo da compiere una volta deciso di voler creare un barbecue riguarda la scelta della collocazione. È bene scegliere una zona in piano e possibilmente non troppo esposta al sole e al vento. I motivi sono presto detti, da un lato infatti un’eccessiva ventilazione potrebbe creare problemi con il fuoco e il fumo che si genera al momento della cottura di certi alimenti. Dall’altra parte poi il pensiero di mettersi a preparare un barbecue sotto il sole cocente non è qualcosa che genera un moto spontaneo di gioia in chi dovrà gestire la cottura. 

 

 

Una volta capito il punto è bene delimitare il perimetro scavando una buca e ponendo dei paletti tutto intorno. A questo punto si può procedere con la colata di calcestruzzo, realizzato unendo un insieme di cemento, sabbia, acqua e ghiaia, per poi spianare il tutto con l’aiuto di una cazzuola e di una livella. La prima serve a eliminare eventuali asperità mentre la seconda permette di avere una base dritta al punto giusto e senza pendenze irregolari. 

Dopo aver posato il cemento lasciate riposare per un massimo di 48 ore.

 

Strumentazione necessaria

Torniamo un attimo agli accessori fondamentali che consentono di gestire in tutta tranquillità le diverse fasi del lavoro. A livello di attrezzi è indispensabile munirsi di una vanga, una livella, una vanga e una cazzuola, tutti supporti necessari per scavare il basamento e perfezionare il livello del cemento e la linea dei mattoni una volta inserito lo strato di malta. 

Per quel che riguarda l’impasto è ideale avere una cazzuola, un metro, una matita per segnare i punti e un filo a piombo. La fase della messa in opera e della costruzione stessa del barbecue in muratura prevede poi l’acquisto di mattoni pieni e refrattari, ideali per resistere al meglio alle alte temperature, due lastre di pietra, malta cementizia per unire il tutto e una griglia adatta su cui collocare gli alimenti.

 

Posa dei mattoni

Al momento poi di cominciare a tirare su la struttura portante, è bene per il primo livello procedere con una posa a secco, avendo cura di distanziare di circa mezzo centimetro un mattone rispetto all’altro, così da farsi un’idea dello spazio necessario per la posa della malta.

A quel punto per semplificare ancora più il tutto si può ripassare a matita il bordo di ogni mattone così da avere una traccia. Si può a quel punto stendere il primo strato di malta e posarvi il primo mattone, procedendo poi con il secondo strato nell’altra parte dove andrà collocato il pezzo successivo. Arrivati agli ultimi strati bisogna adottare una variante pensata per i lati laterali. Si deve infatti alternare l’orientamento dei mattoni a strati alterni. In questo modo si andrà a creare il giusto supporto per la griglia, avendo in tal modo una struttura regolare e adatta al tipo di oggetto che si va a creare. 

A ogni strato di malta collocato vanno poi aggiustate con la spatola le parti in eccedenza. Terminata questa operazione potete sfruttare la livella o il filo a piombo per vedere se il vostro barbecue è “in bolla”.

 

La struttura della griglia

Nella creazione del piano di cottura è bene procedere alla posa di mattoni refrattari, gestendo in tal modo la cottura e la preparazione del tutto così che il calore non vada a rompere o a compromettere la stabilità della struttura. La griglia può essere formata da quattro pezzi di acciaio profilato a T che vanno a creare la cornice mentre nella zona centrale vanno posizionati dei tondini in ferro dello stesso spessore così da creare il supporto ideale su cui preparare le pietanze. Nella zona inferiore è possibile realizzare un cassetto fisso o rimovibile dedicato alla raccolta delle cenere e di eventuali residui di cibo. 

 

 

Conclusioni

Per chi volesse procedere alla realizzazione di un barbecue in muratura (lista dei migliori prodotti) da interno o collocato in una zona chiusa, è d’obbligo la creazione di una canna fumaria capace di raccogliere e veicolare al meglio i fumi provenienti dalla cottura. Si tratta di una scelta che comporta un ulteriore spesa e che vi suggeriamo di realizzare con l’aiuto di un professionista capace di consigliarvi e capire la migliore disposizione e le misure complessive di tutta la struttura. 

Alcune parti sono più complesse di altre ma se volete creare un barbecue a partire da zero e in uno spazio aperto le possibilità sono decisamente a portata di mano, l’importante è non improvvisare andando a occhio, seguendo le misure e le indicazioni passo dopo passo.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments